Menu
Corriere Locride
Parco Aspromonte, l’appello del Presidente Bombino ai candidati

Parco Aspromonte, l’appello de…

“E’ necessario che i f...

Contratto scuola, bonus 80 euro salvaguardato per le fasce più deboli

Contratto scuola, bonus 80 eur…

Grazie a legge di bila...

Ancora un evento internazionale a Cosenza: Noa e la sua band in concerto il 6 aprile al teatro Rendano

Ancora un evento internazional…

Sarà anche premiata pe...

Il Polo Museale della Calabria ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA

Il Polo Museale della Calabria…

TOURISMA 2018 – Salone...

Regione. Musmanno: "Nessuna cancellazione dei treni regionali 3692 e 3694"

Regione. Musmanno: "Nessu…

"I treni regionali n. ...

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24 febbraio il Teatro della Girandola presenta lo Spettacolo “In bocca al lupo”

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24…

Il Teatro della Girand...

Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Prev Next

Gioia Tauro. Sequestrati due quintali di cocaina dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria

  •   Redazione
Gioia Tauro. Sequestrati due quintali di cocaina dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria

220 chili di cocaina purissima sono stati sequestrati nel porto di Gioia Tauro dagli uomini del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e dai funzionari dell'Agenzia delle Dogane - Ufficio Antifrode, con il coordinamento della Dda reggina.
La droga è stata individuata all'interno di due distinti container provenienti dal porto brasiliano di Santos, uno individuato dai finanzieri e contenente cellulosa e destinato a Napoli e l'altro, sul quale era giunta una specifica segnalazione del Ministero dell'Interno - Direzione Centrale per i Servizi Antidroga, che trasportava bobine d'acciaio ed era diretto a Ploce, in Croazia.
Attraverso una serie di incroci documentali e di controlli con apparecchiature scanner è stata trovata la cocaina contenuta in vari borsoni e suddivisa in 200 panetti, per un totale di 220 chili. Messa sul mercato la sostanza stupefacente avrebbe fruttato circa 44 milioni di euro.