Menu
Corriere Locride
Notte e Festa Europea dei Musei. Apertura straordinaria anche a Locri e Monasterace

Notte e Festa Europea dei Muse…

Il Ministero dei beni ...

I giovani talenti calabresi e lucani del progetto Young at Art del Maca approdano a Torino

I giovani talenti calabresi e …

A partire da vene...

San Giovanni di Gerace. Avviso pubblico per la selezione di 15 lavoratori

San Giovanni di Gerace. Avviso…

Comunicato stampa - Av...

Amministrative 2017. Messaggio del Vescovo di Locri-Gerace

Amministrative 2017. Messaggio…

Mi rivolgo con partico...

Coppa Regione Prima Categoria. Domenica 14 maggio Bovalinese-Rombiolese

Coppa Regione Prima Categoria.…

Domenica 14 maggi...

Galleria Limina, Romeo: Anas trovi soluzione immediata

Galleria Limina, Romeo: Anas t…

"Ordinaria o straordin...

Roccella: La Guardia Costiera presenta la stagione balneare 2017

Roccella: La Guardia Costiera …

Nella giornata di ieri...

Siderno, Atletica: I risultati dei CdS Assoluti, CdS Cadetti ed il Trofeo Coni Ragazzi

Siderno, Atletica: I risultati…

Sulla pista dello Stad...

Bovalino: I Mad Vintage presentano "All'Origine"

Bovalino: I Mad Vintage presen…

Sabato 13 maggio, ore ...

Locri, pubblicato avviso per il reclutamento di 25 lavoratori in mobilità in deroga

Locri, pubblicato avviso per i…

L’Amministrazione Comu...

Prev Next

Coldiretti: è allarme furti nelle aziende agricole in particolare nella zona tra Nocera Terinese e Falerna

  •   Redazione
Coldiretti: è allarme furti nelle aziende agricole in particolare nella zona tra Nocera Terinese e Falerna

Molinaro: chiediamo maggiori controlli e un incontro per  individuare le soluzioni ottimali. Siamo continuamente alla mercé di bande criminali che rubano mezzi, attrezzature e prodotti, danneggiano le proprietà, minacciano la stessa incolumità degli agricoltori. Questo il grido d’allarme per i furti che si susseguono a ritmo continuo con una vera e propria escalation nelle aziende agricole in particolare nella zona compresa tra Nocera Terinese, Falerna e dintorni. “Un fenomeno che va avanti da molto e troppo tempo e che continua proprio in questi giorni con diversi episodi – riferisce Pietro Bozzo direttore della Coldiretti interprovinciale di Catanzaro-Vibo e Crotone – e gli agricoltori anche coraggiosamente, hanno sempre sporto regolare denuncia all’autorità di Pubblica Sicurezza”. Ad essere particolarmente colpiti sono stati i soci della Cooperativa Agricola “Le Macchie” di cui è presidente il dirigente della Coldiretti Giuseppe Ruperto ma anche altri agricoltori del comprensorio subiscono la stessa sorte. Cancelli e porte divelte e viene rubato di tutto: dai mezzi agricoli trattori, imballatrici, motocoltivatori etc., gruppi elettrogeni, carburante, concime anche  prodotti raccolti in particolare ortaggi. Tra gli agricoltori, vi è un allarme sociale e molta preoccupazione anche per la sicurezza personale. Tra l’altro la cooperativa è formata prevalentemente da giovani che in questo modo, vedono sfumare il frutto del proprio lavoro e sono costretti ad interrompere la coltivazione e la raccolta. “Davanti a questo salto di livello dei furti, è necessario – chiede Pietro Molinaro Presidente di Coldiretti Calabria – che ci siano maggiori e diffusi controlli da parte delle forze dell’ordine e che vengano potenziati i loro  presidi sul territorio chiediamo altresì al Prefetto di Catanzaro che venga convocato un incontro per fotografare esattamente la mappa delle aree dove i fenomeni sono più aggressivi e ripetuti per individuare le soluzioni ottimali”.

                                                                       Ufficio Stampa Coldiretti Calabria