Menu
Corriere Locride
Notte e Festa Europea dei Musei. Apertura straordinaria anche a Locri e Monasterace

Notte e Festa Europea dei Muse…

Il Ministero dei beni ...

I giovani talenti calabresi e lucani del progetto Young at Art del Maca approdano a Torino

I giovani talenti calabresi e …

A partire da vene...

San Giovanni di Gerace. Avviso pubblico per la selezione di 15 lavoratori

San Giovanni di Gerace. Avviso…

Comunicato stampa - Av...

Amministrative 2017. Messaggio del Vescovo di Locri-Gerace

Amministrative 2017. Messaggio…

Mi rivolgo con partico...

Coppa Regione Prima Categoria. Domenica 14 maggio Bovalinese-Rombiolese

Coppa Regione Prima Categoria.…

Domenica 14 maggi...

Galleria Limina, Romeo: Anas trovi soluzione immediata

Galleria Limina, Romeo: Anas t…

"Ordinaria o straordin...

Roccella: La Guardia Costiera presenta la stagione balneare 2017

Roccella: La Guardia Costiera …

Nella giornata di ieri...

Siderno, Atletica: I risultati dei CdS Assoluti, CdS Cadetti ed il Trofeo Coni Ragazzi

Siderno, Atletica: I risultati…

Sulla pista dello Stad...

Bovalino: I Mad Vintage presentano "All'Origine"

Bovalino: I Mad Vintage presen…

Sabato 13 maggio, ore ...

Locri, pubblicato avviso per il reclutamento di 25 lavoratori in mobilità in deroga

Locri, pubblicato avviso per i…

L’Amministrazione Comu...

Prev Next

Caraffa del Bianco: Dissidi su festa patronale, aggredito il parroco

  •   Redazione
Monsignor Francesco Oliva, Vescovo della Diocesi Locri-Gerace Monsignor Francesco Oliva, Vescovo della Diocesi Locri-Gerace

E' stato picchiato a causa di una discussione sulla festa patronale.

E' successo a Caraffa del Bianco (RC) dove il parroco, Sylvestre Ibara, 37 anni, congolese, è stato aggredito nel corso di un incontro per discutere della cerimonia.

L'aggressore sarebbe uno dei promotori della festa, contrariato per le difficoltà economiche legate all'organizzazione dell'evento.

Ibara è stato ricoverato nell'ospedale di Reggio Calabria.

I carabinieri hanno avviato indagini.

Il vescovo di Locri, mons.Francesco Oliva, ha condannato l'episodio.