Menu
Corriere Locride
"Libera". Don Ennio Stamile: il progetto “Giovani dentro, giovani fuori” si estenda su tutta la Regione

"Libera". Don Ennio …

Si è concluso il proge...

Sporting Lokri, Alessia Modestia è la terza conferma

Sporting Lokri, Alessia Modest…

Il portiere, classe 93...

Sporting Lokri: Sara Borello, operazione e riconferma

Sporting Lokri: Sara Borello, …

La calcettista amarant...

Locri. Con la cerimonia di premiazione si conclude sabato 27 maggio il Concorso "ZALEX Arte&Regole" VII edizione

Locri. Con la cerimonia di pre…

"Tutela delle nostre s...

CC Locri: Domani l'inaugurazione di una stanza dedicata alle vittime di violenza

CC Locri: Domani l'inaugurazio…

Domani, 24 maggio 2017...

Notte e Festa Europea dei Musei. Apertura straordinaria anche a Locri e Monasterace

Notte e Festa Europea dei Muse…

Il Ministero dei beni ...

I giovani talenti calabresi e lucani del progetto Young at Art del Maca approdano a Torino

I giovani talenti calabresi e …

A partire da vene...

San Giovanni di Gerace. Avviso pubblico per la selezione di 15 lavoratori

San Giovanni di Gerace. Avviso…

Comunicato stampa - Av...

Amministrative 2017. Messaggio del Vescovo di Locri-Gerace

Amministrative 2017. Messaggio…

Mi rivolgo con partico...

Coppa Regione Prima Categoria. Domenica 14 maggio Bovalinese-Rombiolese

Coppa Regione Prima Categoria.…

Domenica 14 maggi...

Prev Next

Canolo: Arrestati due fratelli sorvegliati speciali

  •   Redazione
Canolo: Arrestati due fratelli sorvegliati speciali

I Carabinieri della Stazione di Agnana Calabra, unitamente ai colleghi dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Locri, hanno tratto in arresto i fratelli D’AGOSTINO Domenico e Raffaele, rispettivamente di 69 e 61 anni, di Canolo, conviventi, in atto sottoposti alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S., per furto aggravato e violazione degli obblighi relativi alla citata misura di prevenzione.

I Carabinieri, nel corso di una perquisizione domiciliare, avrebbero accertato la manomissione del contatore dell’Enel della loro abitazione al fine di eludere i reali consumi di corrente.

Il materiale elettrico utilizzato per commettere il reato è stato sottoposto a sequestro mentre gli arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Locri come disposto dall’A.G..


Tags

Canolo,