Menu
Corriere Locride
Calabria, Anas: senso unico alternato per l’installazione delle barriere di sicurezza sulla strada statale 682 ‘Ionio Tirreno’ nel comune di Cinquefrondi (RC)

Calabria, Anas: senso unico al…

Anas comunica che, per...

Uil: «La Regione Calabria azzeri gli sprechi e si doti di un bilancio rivolto al sociale»

Uil: «La Regione Calabria azze…

Semplificare, rendere ...

Coldiretti: il Presidente Oliverio la "Ristorazione a Km zero" alla Cittadella Regionale con Campagna Amica è un esempio virtuoso

Coldiretti: il Presidente Oliv…

Molinaro: PECCO luogo ...

Coldiretti Calabria. Domani l'inaugurazione di PECCO: servizio Ristorazione alla Cittadella Regionale con i prodotti di Campagna Amica - Coldiretti

Coldiretti Calabria. Domani l'…

Molinaro: Scelta ...

Straordinario successo per il I° Slalom automobilistico Città di San Roberto, trionfano il giovanissimo Rechichi ed il territorio

Straordinario successo per il …

Tutto esaurito per il ...

Ingresso vietato ai disabili allo stadio Ezio Scida: L'Associazione Adda replica alla nota del "FC Crotone"

Ingresso vietato ai disabili a…

L’Associazione Adda, i...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: Stigmatizzare ogni forma di diffamazione a mezzo Facebook

“Basta Vittime Sulla Strada St…

I legati Cornicello e ...

Diocesi Locri-Gerace. Raduno dei Cori Parrocchiali: Lettera del Vescovo e Programma

Diocesi Locri-Gerace. Raduno d…

«E' bello cantare al S...

Nota del Partito Comunista Calabria su: "criminalità e prove palliative di Zes al porto di Gioia Tauro"

Nota del Partito Comunista Cal…

«Si torna nuovamente a...

Francesco Russo nuovo vice presidente della Giunta regionale

Francesco Russo nuovo vice pre…

L'attuale assessore ...

Prev Next

Bovalino: Viola il divieto di avvicinamento all'ex compagna, arrestato 30enne

  •   Redazione
Bovalino: Viola il divieto di avvicinamento all'ex compagna, arrestato 30enne

I Carabinieri della Stazione di Bovalino, a conclusione di una mirata attività di indagine, hanno tratto in arresto N.D., 30enne del posto, ritenuto responsabile di violazione degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria, in esecuzione a un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Locri che ha concordato a pieno con le risultanze rapportate dall’Arma.

L’uomo era sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dell’ex compagna, in quanto indagato per atti persecutori poiché, per futili motivi, negli ultimi tempi avrebbe minacciato e molestato, con condotte reiterate, l’ex fidanzata, cagionandole un perdurante e grave stato di ansia, di paura e un fondato timore per la propria incolumità e dei propri familiari, tali da costringerla ad alterare le proprie abitudini di vita.

Secondo quando accertato dai Carabinieri, l’arrestato avrebbe più volte violato il citato provvedimento cautelare imposto dall’Autorità Giudiziaria, continuando nelle condotte persecutorie.