Menu
Corriere Locride
Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Reggio. Teatro della Girandola, Terza stagione della rassegna “Approdi”: Cartellone teatrale 2017

Reggio. Teatro della Girandola…

Il Teatro della Girand...

Taurianova. Precisazione dell'Amministrazione sull’Avviso pubblico per la selezione e la formazione di “Operatori per la corretta gestione dei rifiuti”

Taurianova. Precisazione dell'…

TAURIANOVA – Alla luce...

Prev Next

Bovalino: Viola il divieto di avvicinamento all'ex compagna, arrestato 30enne

  •   Redazione
Bovalino: Viola il divieto di avvicinamento all'ex compagna, arrestato 30enne

I Carabinieri della Stazione di Bovalino, a conclusione di una mirata attività di indagine, hanno tratto in arresto N.D., 30enne del posto, ritenuto responsabile di violazione degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria, in esecuzione a un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Locri che ha concordato a pieno con le risultanze rapportate dall’Arma.

L’uomo era sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dell’ex compagna, in quanto indagato per atti persecutori poiché, per futili motivi, negli ultimi tempi avrebbe minacciato e molestato, con condotte reiterate, l’ex fidanzata, cagionandole un perdurante e grave stato di ansia, di paura e un fondato timore per la propria incolumità e dei propri familiari, tali da costringerla ad alterare le proprie abitudini di vita.

Secondo quando accertato dai Carabinieri, l’arrestato avrebbe più volte violato il citato provvedimento cautelare imposto dall’Autorità Giudiziaria, continuando nelle condotte persecutorie.