Menu
Corriere Locride
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” realizza il primo rapporto sugli incidenti stradali mortali nel periodo 2013-2017 sulla s.s.106

L’Associazione “Basta Vittime …

L’Associazione “Basta ...

Cinquefrondi. Il sindaco Conia chiede ai vari enti preposti di intervenire a tutela della sicurezza dei cittadini

Cinquefrondi. Il sindaco Conia…

Il Sindaco di Cinquefr...

Diocesi Locri - Gerace. Molte le comunità parrocchiali interessate dall’avvicendamento dei parroci

Diocesi Locri - Gerace. Molte …

Sulla linea del rinnov...

Coldiretti, Molinaro: succo di soli agrumi calabresi in vendita nella Gdo

Coldiretti, Molinaro: succo di…

«Produzione, testa e c...

Nota stampa del Presidente del Consorzio di Bonifica Tirreno Catanzarese sull'evento eccezionale che ha colpito il suo comprensorio

Nota stampa del Presidente del…

«L’evento eccezionale ...

Nubifragio, Coldiretti, Molinaro: gli interventi urgenti della Regione

Nubifragio, Coldiretti, Molina…

«Prima stima dei danni...

Bovalino (RC). Premio Letterario La Cava 2018: Le opere in concorso

Bovalino (RC). Premio Letterar…

Sono 33 le opere in co...

Locri. Martedì 9 ottobre verrà presentata la ricognizione archeologica del Locri Survey

Locri. Martedì 9 ottobre verrà…

Martedì 9 ottobre 2018...

Ardore. Grande partecipazione all'iniziativa di questa domenica mattina organizzata da AISM (associazione italiana sclerosi multipla)

Ardore. Grande partecipazione …

Anche ad Ardore si è f...

Reggio. Nota stampa di Antonino Castorina sui lavori di riqualificazione nel quartiere Archi

Reggio. Nota stampa di Antonin…

«Il lavoro che stiamo ...

Prev Next

Ambiente. Reggio, Operazione “Mala depurazione": 14 impianti sequestrati e 53 indagati

  •   Redazione
Ambiente. Reggio, Operazione “Mala depurazione": 14 impianti sequestrati e 53 indagati

Sequestrati 14 impianti di depurazione e indagate 53 persone. È questo il risultato dell’operazione “Mala depurazione" coordinata dalla Procura di Reggio. I provvedimenti, sono stati eseguiti dagli uomini della Guardia Costiera  e hanno riguardato tutta la provincia di Reggio Calabria. Il GIP Maria Cecilia Vitolla che ha emesso i provvedimenti ha nominato custode giudiziario di tutti gli impianti il dirigente del dipartimento Ambiente della Regione Calabria, "con l’obbligo di conformare urgentemente lo stato di fatto e di diritto degli impianti alle prescrizioni di legge e di regolamento applicabili in seguito alle violazioni contestate nei provvedimenti di sequestro, il tutto comunque entro e non oltre giorni 45 dalla notifica del provvedimento cautelare". Indagati dirigenti e funzionari delle società hanno gestito gli impianti, e i sindaci dei Comuni in cui si trovano i depuratori o quelli capofila per quelli Consortili. Indagati anche i dirigenti degli uffici tecnici o dei lavori pubblici.
Alle 11 verranno resi noti, nella sede della Direzione marittima – Guardia Costiera – di Reggio Calabria, alla presenza del procuratore capo della Procura della Repubblica Giovanni Bombardieri e del procuratore aggiunto Gerardo Dominijanni, i particolari dell'operazione ambientale.