Menu
Corriere Locride
Villa San Giovanni. Dal 27 settembre al 1 ottobre la 35° edizione di Expo Sposi & Casa

Villa San Giovanni. Dal 27 set…

Sempre più grande, sem...

Il 25 settembre si presenta l’avviso per la formazione al personale socio-sanitario nell’ambito del Piano per il contrasto alla violenza alle donne

Il 25 settembre si presenta l’…

COMUNICATO STAMPA -&nb...

Reggio Calabria. “Francesco de Paula l’Opera” in prima assoluta il 24 e 25 novembre al Palacalafiore

Reggio Calabria. “Francesco de…

COMUNICATO STAMPA - Do...

Settembre Rendese. Nestore Verre in concerto al Castello

Settembre Rendese. Nestore Ver…

Martedì 26 settembre a...

Musica. "Chitarrese": il nuovo brano di Francesco Loccisano

Musica. "Chitarrese"…

Diciotto chili di cord...

Viola Basket. Monastero: "Contenti della squadra che abbiamo allestito, siamo pronti per la nuova stagione"

Viola Basket. Monastero: …

Il Presidente della Me...

“Basta Vittime Sulla 106”. Siglata oggi la convenzione che permette all'Associazione di tutelare meglio i diritti dei cittadini

“Basta Vittime Sulla 106”. Sig…

Pronti ad azioni legal...

Cittanova: Virginia Raffaele inaugura la 15a Stagione Teatrale

Cittanova: Virginia Raffaele i…

Sarà Virginia Raf...

Calciomercato di Serie D - La Palmese prende il centravanti Orlando

Calciomercato di Serie D - La …

di Sigfrido Parr...

Calcio, Serie D: la gara Paceco-Palmese arbitra Arena di Torre del Greco

Calcio, Serie D: la gara Pacec…

di Sigfrido Parrello -...

Prev Next

Focus 'ndrangheta. Due arresti a Roccella e Brancaleone

Nell’ultima settimana sono state eseguite attività di contrasto alla criminalità organizzata, da parte dei Carabinieri del Gruppo di Locri, attraverso le Compagnie dipendenti  di Roccella Jonica, Locri e Bianco nell’ambito del piano denominato “focus ‘ndrangheta”.

Il rinnovato dispositivo di controllo straordinario del territorio, ha visto l’impiego di numerose pattuglie dell’Arma dei Carabinieri che sono state impiegate in una mirata strategia operativa di aggressione ai sodalizi mafiosi, elaborata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto S.E. dott. Michele di Bari, al fine di contrastare la recrudescenza della fenomenologia criminale. I Carabinieri hanno eseguito controlli e perquisizioni personali e domiciliari anche nei confronti di pregiudicati, inseriti nelle locali cosche di ‘ndrangheta. Nello specifico, il consuntivo dell'attività svolta in punti nevralgici della locride in delicate fasce orarie oggetto dell’incremento degli episodi criminali anche secondo un attento monitoraggio georeferenziale, ha visto il controllo di 257 persone e di 189 veicoli.

All’esito dei mirati servizi:

- i Carabinieri del N.O.RM. – Aliquota Radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica, hanno tratto in arresto A.D., 25enne del posto, già noto alle FF.OO., poiché colto nella flagranza dei reati di guida in stato di ebrezza alcolica e resistenza a Pubblico Ufficiale. Lo stesso, al fine di sottrarsi al controllo da parte dei militari dell’Arma, avrebbe effettuato una repentina inversione di marcia cercando di dileguarsi per le vie di quel centro. Raggiunto, si sarebbe rifiutato altresì di sottoporsi all’accertamento etilometrico. L’arrestato è stato posto ai domiciliari presso la sua abitazione come disposto dall’Autorità Giudiziaria;

- i Carabinieri della Stazione di Brancaleone hanno tratto in arresto CUPPARI Saverio, 54enne del posto, attualmente sottoposto alla detenzione domiciliare presso la sua abitazione, poiché colto nella flagranza di furto di energia elettrica. Lo stesso avrebbe realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica causando alla società distributrice di corrente un danno patrimoniale di oltre 7.000,00 €uro. L’arrestato è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari presso la sua abitazione come disposto dall’Autorità Giudiziaria;

- i Carabinieri della Stazione di Antonimina hanno denunciato un 43enne del posto per violazione degli obblighi inerenti la Sorveglianza Speciale di P.S.. Nel corso dei controlli effettuati dai militari dell’Arma, è emerso che l’uomo avrebbe violato le prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria;

- i Carabinieri della Stazione di Careri hanno denunciato due persone di Benestare, rispettivamente di 54 e 47anni, per furto di energia elettrica. I predetti avrebbero manomesso i contatore delle proprie abitazioni al fine di eludere i reali consumi di energia elettrica. Nel corso dell’attività è stato repertato vario materiale elettrico che è stato sottoposto a sequestro;

- i Carabinieri della Stazione di Locri hanno denunciato un 68enne e una 47enne del posto per furto di energia elettrica. Gli stessi avrebbero manomesso i contatori delle proprie abitazioni al fine di eludere i reali consumi di energia elettrica;

- i Carabinieri della Stazione di Platì hanno denunciato due persone, rispettivamente di 34 e 31anni, per porto abusivo di armi od oggetti atti a offendere. Gli stessi, nel corso di una perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di numerose cartucce per pistola cal. 9, una mazza da baseball e un coltello della lunghezza di 18 cm trovati all’interno dell’autovettura su cui viaggiavano. Il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro;

Infine i Carabinieri del N.O.RM. – Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Locri hanno rinvenuto, in un tratto di spiaggia del lungomare di Locri, numerose cartucce per pistola cal 9, che sono state sottoposte a sequestro.

Leggi tutto

Operazione Ecosistema. Prefetto sospende sindaco di Bova e assessori di Brancaleone

La Prefettura di Reggio Calabria rende noto che, con provvedimento in data odierna, il Prefetto Michele di Bari ha dichiarato la sussistenza della causa di sospensione dalla carica, prevista dall’art. 11, comma 2, del D. Lgs. 31 dicembre 2012 n. 235, nei confronti di Vincenzo Rosario Crupi, Sindaco di Bova Marina, eletto a seguito delle consultazioni elettorali del 25 maggio 2014.

Analogo provvedimento è stato adottato nei confronti di Giuseppe Benavoli, Consigliere comunale, Assessore e Vicesindaco di Brancaleone, e Alfredo Zappia, Consigliere comunale e Assessore dello stesso Comune di Brancaleone, eletti nel turno elettorale ordinario del 25 maggio 2014.

Tali atti sono stati disposti in esito alla comunicazione, da parte dell’Autorità giudiziaria competente, di applicazione della custodia cautelare degli arresti domiciliari e, pertanto, la sospensione dalle cariche suindicate opera di diritto, essendosi verificata una delle ipotesi previste dal citato art. 11 del D.Lgs. n. 235/2012.

I decreti sono stati inviati, secondo la normativa vigente, al Comune di Bova Marina e di Brancaleone per la notifica ai componenti dei rispettivi organi consiliari che hanno convalidato l’elezione.

 
Leggi tutto

Tribuna inagibile, cancelli chiusi per la gara Brancaleone–Africo

  • Published in Sport

Brancaleone batte Africo 4-0, è stato questo il netto responso del campo relativo alla gara valida per il terzo turno del campionato di calcio di Promozione girone B. Ma più del risultato, mai realmente in discussione per gli uomini di mister Paviglianiti, a fare notizia è stata l’assenza del pubblico sulle gradinate del campo sportivo di Brancaleone per disposizione del Sindaco che nella mattinata di sabato ha diramato un’ordinanza di chiusura delle gradinate. “Il provvedimento - si legge nell’ordinanza comunale N°33 del 24/9/2016 - si è reso necessario a seguito della comunicazione numero 6784 pervenuta in data 23 settembre da parte del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Reggio Calabria, relativa al sopralluogo effettuato in data 20 settembre presso l’impianto sportivo di Via pantano Piccolo. Nella nota dei Vigili del Fuoco viene posto l’accento su alcune criticità riconducibili alla gradinata, motivo per cui l’accesso al pubblico sarà vietato fino al completamento dei lavori di adeguamento”. La nota è inequivocabile, niente tribuna e niente spettacolo a Brancaleone dove i tanti supporter e gli sportivi più in generale si dovranno accontentare di leggere la cronaca della gara sui giornali, fino al completamento dei lavori di adeguamento. Ecco appunto, lavori di adeguamento, è questo il principale interrogativo che, superata l’incredulità del momento ora agita la piazza di Brancaleone. Innanzitutto, quali e quanti interventi di adeguamento servono per riaprire al pubblico ? ma soprattutto quali sono nell’immediato le intenzioni dell’Amministrazione comunale e quali i tempi di realizzazione dei lavori ? il calendario incombe e il Presidente del sodalizio ionico, Filippo Palamara sembra avere le idee chiare in merito: “ già da domani - spiega Palamara – chiederemo al sindaco un incontro ufficiale per capire come muoverci in vista dei prossimi impegni. È evidente che la situazione venutasi a creare è inaccettabile ed è nostra ferma volontà addivenire ad una soluzione che garantisca in tempi rapidi la risoluzione del problema ha espresso la ferma volontà di chiedere un’incontro a stretto giro di vite tra società e amministratori al fine di concordare una soluzione che dia risposte e lo faccia soprattutto in tempi ragionevolmente brevi. Altra questione non gradita da parte della dirigenza Brancaleonese è quella relativa ai tempi di comunicazione e attuazione del provvedimento. “È possibile - chiedono i dirigenti - ricevere una simile comunicazione a poche ore dall’inizio del match, ma più ancora è mai possibile che un sopralluogo avvenuto in data 20 settembre partorisca una comunicazione a tre giorni di distanza pregiudicando prima la possibilità da parte dell’Amministrazione comunale di emanare un’ordinanza col giusto anticipo, poi a noi la possibilità di organizzarci al meglio da un punto di vista logistico ?” In un clima di polemica ed incredulità c’è chi, come il medico sociale Vincenzo de Angelis, guarda al bicchiere mezzo pieno. “Certo - spiega De Angelis - la decisione è stata intempestiva ed ha lasciato tutti un poi increduli, in una piazza dove il calcio è motivo di orgoglio ma anche di incontro e socializzazione. Ora però in attesa di capire quale saranno le soluzioni da mettere in campo per risolvere la questione, preferisco godermi una vittoria che sembra essere passata in secondo piano. Oggi i nostri ragazzi sono stati protagonisti di una prova convincente che ha portato in cascina i primi tre punti della stagione. Siamo reduci da una retrocessione a mio avviso ingiusta maturata rocambolescamente e l’organico è rimasto quasi del tutto invariato, ragion per cui credo che quest’anno, con la giusta mentalità potremo toglierci parecchie soddisfazioni”.

Leggi tutto