Menu
Corriere Locride
Settimana Solidale Dell'Unione dei Comuni della Valle del Torbido

Settimana Solidale Dell'Unione…

Per una maggiore consa...

Scuola di Recitazione della Calabria: il calabrese Vincenzo Petullà selezionato nel cast della serie Tv "Trust"

Scuola di Recitazione della Ca…

C'è anche il calabrese...

Il vescovo di Assisi a Reggio venerdì 17 per presentare il suo libro “L’economista di Dio”

Il vescovo di Assisi a Reggio …

Ospite dell’associazio...

Reggio. Il Teatro della Girandola presenta la terza stagione: “Il vento che muove”

Reggio. Il Teatro della Girand…

Cartellone teatrale 20...

Reggio. Il concerto unico in Italia di Yamandu Costa chiude il Festival “Reggio chiama Rio” il 28 novembre al Teatro Cilea

Reggio. Il concerto unico in I…

Dopo il successo della...

Oliverio ha premiato a Milano gli Ambasciatori della Calabria 2017

Oliverio ha premiato a Milano …

"È un grande onore e m...

Siderno (RC): alla Calliope Mondadori incontro con Peppe Baldessarro, autore del libro "Questione di rispetto" (Rubbettino editore)

Siderno (RC): alla Calliope Mo…

Venerdì 10 novembre 20...

Locri. Sporting Lokrians vs Futsal futbol Cagliari: gara difficile ma non impossibile

Locri. Sporting Lokrians vs Fu…

Domani attracca in Cal...

Domenica 5 novembre una grande festa a Rosarno per presentare i progetti FaRo e ArgoMens

Domenica 5 novembre una grande…

Un bene comune che vie...

Prev Next

Locride. Controlli straordinari dei Carabinieri: Tre persone arrestate, numerose munizioni rivenute e 4 chili di marijuana sequestrata

Tre persone arrestate, numerose munizioni rivenute e 4 chili di marijuana sequestrata. Questo il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Gruppo Carabinieri di Locri finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati predatori nonché di quelli attinenti gli stupefacenti.

Ieri, numerose pattuglie di Carabinieri delle Compagnie di Bianco, Locri e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori, sono stati impegnati in una capillare attività di controllo del territorio eseguendo rastrellamenti, verifiche amministrative, perquisizioni personali e domiciliari nonché controlli a casolari abbandonati.

In tale contesto:

- i Carabinieri della Stazione di Siderno hanno arrestato R.G., 61enne del posto, destinatario di un ordine di esecuzione emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria. L’uomo dovrà scontare una pena residua di 7 mesi e 21 giorni di reclusione poiché riconosciuto colpevole di detenzione abusiva di armi e munizioni, produzione, traffico e detenzione illeciti di ingenti quantità di stupefacenti;

- i Carabinieri della Stazione di Bovalino hanno arrestato V.S.M., 37enne del posto, in esecuzione a un ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri. L’uomo dovrà scontare una pena di 8 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di guida sotto l’influenza dell’alcool e resistenza a pubblico ufficiale;

- i Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno arrestato B.L., 50enne del posto, in esecuzione di un ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bolzano. L’arrestato dovrà scontare 8 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di truffa;

- i Carabinieri della Stazione di San Luca hanno denunciato un sorvegliato speciale del posto per violazione degli obblighi imposti con la citata misura di prevenzione. L’uomo è stato sorpreso alla guida di un autoveicolo nonostante gli fosse stata revocata la patente di guida;

- i Carabinieri della Stazione di Mammola hanno denunciato un 48enne del posto per detenzione illegale di munizioni. A seguito di una perquisizione domiciliare i militari dell’Arma hanno rivenuto, all’interno di un casolare di campagna di sua proprietà, oltre 50 cartucce per fucile di vario calibro, tutte in discreto stato di conservazione, illegalmente detenute;

- i Carabinieri della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio hanno denunciato due persone del posto per detenzione abusiva di munizioni e materiale esplodente. Nel corso di una perquisizione locale in un’abitazione di proprietà della coppia, i medesimi sono stati trovati in possesso di 1,5 kg di polvere da sparo e di oltre 900 monizioni di vario calibro e tipo, illegalmente detenuti;

- i Carabinieri della Stazione di Bianco hanno rivenuto, in un’abitazione abbandonata sita in quel centro, 4 chili di marijuana contenuta in altrettanti involucri di cellophane.

Leggi tutto

Bianco. Il 23 e 24 novembre la Locride incontra Diego Fusaro

Si terranno a Bianco all’hotel Maria e a Locri al Liceo Classico “Ivo Oliveti”  i due incontri con il filosofo Diego Fusaro. Il filosofo presenterà “Pensare Altrimenti” il suo ultimo libro e poi si dibatterà sulle dinamiche nazionali ed internazionali e sulla questione Mertidionale e Locridea.  

Leggi tutto

Bianco. Sversamenti di reflui fognari nel torrente Sant'Antonio

Continuano i lavori al depuratore Consortile di contrada Sant’Antonio, nel comune di Bianco, e gli addetti ai lavori sono ottimisti riguardo ai tempi previsti per la loro conclusione. Bloccati gli sversamenti dei reflui fognari nel Careri e nel Malachia, si attende adesso l’arrivo delle pompe più potenti per sostituirle a quelle provvisorie, montate nell’estate scorsa, per sistemare in modo definitivo le stazioni di sollevamento nel territorio di Bovalino. Un problema inaspettato purtroppo si è presentato agli operai della Idrotecnica Srl (ditta appatatrice) alla stazione di sollevamento S1, nel comune di Bianco, che come previsto nel progetto dovevano provvedere soltanto alla pulizia della stazione suddetta: le due pompe erano fuori uso. E infatti è da qualche giorno che i reflui fognari che dall’abitato di Bianco sono diretti al depuratore vanno a finire nel torrente Sant’Antonio e quindi a mare. Gli amministratori del comune di Bianco hanno incaricato l’ingegnere Alfredo Lazzaro, Direttore dei lavori del progetto principale, di redigere un preventivo per l'intervento, trattandosi, ovviamente di manutenzione straordinaria. E ci auguriamo che lo faccia il più celermente possibile, perché purtroppo, come ci segnalano in tanti, i reflui fognari continuano a sversare nello Jonio. Ovviamente i tecnici della Idrotecnica, trattandosi di un problema molto importante, avrebbero voluto intervenire subito dopo aver constatato i danni esistenti e bloccare il flusso sostituendo le pompe, ma non essendo previsto nel progetto e quindi senza la copertura finanziaria necessaria, serviva il via libera del Comune di Bianco che invece ha ritenuto opportuno seguire un'altra procedura.

Leggi tutto