Menu
In Aspromonte
Nel Parco dell’Aspromonte vive una delle querce più vecchie del mondo

Nel Parco dell’Aspromonte vive…

Una Quercia di oltre 5...

Ente Parco. Il Consiglio Direttivo ha approvato il bilancio previsionale per il 2020

Ente Parco. Il Consiglio Diret…

Il Consiglio Direttivo...

Domenica a Sant’Agata “immagini d’autunno” e il cortometraggio “Tibi e Tascia”

Domenica a Sant’Agata “immagin…

Nella stessa piazzetta...

Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Domenica 23, l’escursione di Gente in Aspromonte sulla cima dell’Aspromonte

Domenica 23, l’escursione di G…

Gente in Aspromonte in...

Prev Next

Reggio Calabria. Giovedì 7 febbraio, alla Biblioteca Comunale "De Nava", conferenza sui monoliti di Nardodipace

"Nardodipace: nuove ipotesi", sarà il tema della nuova conversazione organizzata dal Circolo Culturale "L'Agorà" che avrà luogo luogo giovedì 7 febbraio (ore 16,30) presso la sala "Spanò Bolani" della Biblioteca Comunale "De Nava" di Reggio Calabria. Parteciperanno in qualità di relatori il prof. Filippo Arillotta ed il prof. Leonardo Tripodi.

Leggi tutto

Nardodipace: Truffa ai danni dell'UE, arrestato il sindaco Loielo

Quattro persone tratte in arresto e poste ai domiciliari, tra cui anche il sindaco di Nardodipace, Romano Loielo, e dodici ordinanze di presentazione alla Polizia giudiziaria, sono state eseguite dai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno e della Stazione di Nardodipace, insieme ai militari della Guardia di Finanza di Vibo Valentia.

L'accusa è di truffa aggravata in danno dell’Unione Europea, dello Stato italiano e della Regione Calabria, per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Oltre alle misure cautelari personali, è stato emesso un decreto di sequestro preventivo “per equivalente”, ai fini della confisca, di liquidità, di beni mobili o immobili nella disponibilità degli indagati, per un valore corrispondente all’illecito profitto del reato commesso: 97mila euro.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed

  • fb iconLog in with Facebook