Menu
Corriere Locride
“Innocenti”, la Scuola di Recitazione della Calabria in scena giovedi 20 febbraio a Cittanova

“Innocenti”, la Scuola di Reci…

Andrà in scena giovedì...

Cinquefrondi. "Stato di degrado delle strade": Il Sindaco scrive alla Città Metropolitana di Reggio Calabria

Cinquefrondi. "Stato di d…

COMUNE DI CINQUEFRONDI...

Cinquefrondi. La fondazione Lanzino ed il Comune sottoscrivono protocollo di intesa. Il 22 febbraio presentazione del progetto

Cinquefrondi. La fondazione La…

In data odierna l'Am...

Nota stampa di Uil - Fp su: «emergenza carenza farmaci nella farmacia del Presidio Ospedaliero di Locri»

Nota stampa di Uil - Fp su: «e…

«Siamo venuti casualme...

Operazione “Polo Solitario”: «Revocata la misura cautelare a Teresa Ammendola»

Operazione “Polo Solitario”: «…

Nell’ambito dell’”Oper...

Siderno. Sabato 8 febbraio da MAG si presenta la raccolta poetica di Antonio Pileggi

Siderno. Sabato 8 febbraio da …

Sensazioni. Visioni. I...

Tre giorni contro le mafie a Vibo Valentia per la rinascita del Sud

Tre giorni contro le mafie a V…

«E’ una libera scelta,...

Bovalino. Ingresso libero per il match di domenica prossima Gallico - Catona

Bovalino. Ingresso libero per …

#NextMatch #Boval...

Siderno. Progettazione sociale: «le periferie Sidernesi ottengono l’ennesimo riconoscimento»

Siderno. Progettazione sociale…

La proposta progettual...

Santo Biondo (Segretario generale Uil Calabria) chiede un confronto con i candidati governatori

Santo Biondo (Segretario gener…

Sant’Eufemia - Lamezia...

Prev Next

Siderno. Martedì 10 dicembre l’Osservatorio Ambientale terrà una mattinata informativa sui rischi di patologie causate dal gas Radon

Quanti conoscono il gas Radon? E quanti sono a conoscenza se nel luogo in cui abitano o risiedono abitualmente vi è questa inquietante presenza? Pochi, per la verità: difatti a quasi nessuno viene in mente di far rilevare la presenza del gas nelle proprie abitazioni. Nella maggior parte di queste case gli occupanti non sono a conoscenza di viverci con un grave rischio per la salute – e perché non sono a conoscenza del problema, non si possono proteggere.
Questo ignorarne l’eventuale presenza, tuttavia, si stima possa essere nel mondo causa di morte di una persona ogni due giorni per cancro ai polmoni. Una delle soluzioni pertanto rimane informarsi se nella propria zona di residenza – e in particolare nella propria casa – vi è la presenza di gas Radon e, nel caso, prendere provvedimenti: per esempio, installare dei rilevatori e misuratori, se si vuole proteggere la propria salute. L’Osservatorio Ambientale propone una campagna per la misurazione del radon nelle abitazioni che verrà effettuato dall’ArpaCal, dipartimento di Catanzaro, ai Sindaci che ne hanno richiesto l’intervento. I comuni non avranno spese da sopportare ma solo l’onere di indicare le abitazioni da campionare. Analoga campagna è stata sollecitata al Parco Nazionale dell’Aspromonte per quanto riguarda i comuni ricadenti nell’area protetta.
Il Radon è un nemico subdolo la cui presenza passa inosservata poiché si tratta di un gas incolore, insapore e inodore. Si forma dalla rottura o decadimento dell’uranio contenuto naturalmente nelle rocce e nel sottosuolo. Una volta formatosi, come tutti i gas, tende a volatilizzarsi ed essere respirato da chi ne viene a contatto.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS, o WHO) lo ha inserito insieme al fumo di sigaretta e l’amianto tra le cause numero 1 di cancro. In Italia il gas Radon è considerato la seconda causa di morte per cancro ai polmoni.

Martedì 10 dicembre p.v. si terrà una mattinata informativa presso l’aula magna dell’Istituto Tecnico “Marconi” di Siderno con l’intervento del dott. Salvatore Procopio, fisico in servizio presso l’ArpaCal dipartimento di Catanzaro. La popolazione è invitata a partecipare. 

Leggi tutto

Acqua in piazza a Siderno: Lunedì 25 novembre sarà inaugurata una fontana nei pressi della rotonda della circonvallazione nord

Lunedì 25 novembre sarà inaugurata la fontana posta su un terreno demaniale alla rotonda della circonvallazione nord confluenza di via dei Colli e via F. Romeo prospiciente alla piscina comunale. Con questa realizzazione si completa finalmente un iter durato anni e che ci ha visti da pungolo affinché si dotasse la città di un nuovo luogo di approvvigionamento di acqua pubblica. Arriva qui l’acqua captata da una subalvea del Torbido che la riceve da un ricco afflusso dalle pendici delle pre-serre del comune di Grotteria. Acqua che si è rivelata di ottima qualità e da questa fontana sgorga prima che sia immessa nella rete cittadina, quindi non miscelata alle altre acque di adduzione. L’obiettivo perseguito è quello di abituare i cittadini ad usufruire gratuitamente di acqua potabile certificata e scoraggiare l’uso di quella imbottigliata in plastica, che oltre ad essere di qualità inferiore ha girovagato per mesi da depositi a camion e stive di supermercati prima di essere bevuta. Nel tempo essa assume elementi dalla plastica (Aldeidi, Monomeri, Oligomeri, Chetoni, Ftalati, Antimonio, Alchil fenoli oltre ad Acetaldeide ed Antimonio per effetto dell’esposizione continua a fonti di calore) che risultano tutti al di sotto della soglia di legge ma di cui non si conoscono gli effetti sul lungo periodo. Consumare l’acqua pubblica oltre che essere salutare si concretizza in un risparmio che per una famiglia di 4 persone si può quantificare tra i 190 e  240 euro all’anno. L’obiettivo si è raggiunto grazie alla collaborazione instaurata con le altre associazioni presenti sul territorio e la commissione che regge il comune. La fontana sarà dotata di una targa recante un QE Code che inquadrato con lo smartphone riconduce alle analisi dell’acqua. Nell’occasione verrà riqualificata l’area che allo stato vive una situazione di degrado anche per la presenza costante di cani randagi attirati dal cibo che viene costantemente depositato da ignoti sconsiderati. Nell’occasione verranno piantumati alcuni alberi autoctoni con l’auspicio è che l’area venga mantenuta pulita evitando di abbandonare rifiuti e avendone cura come un bene della collettività, auspichiamo che la zona venga dotata di un sistema di videosorveglianza. Con le manifestazioni denominate Acqua in Piazza s’intende restituire la centralità dell’acqua nella vita cittadina e creare anche un momento d’incontro e di scambio tra i fruitori. La cerimonia sarà arricchita con l’installazione di una panchina rossa perché Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dall’assemblea ONU il 17 dicembre 1999. Sarà l’occasione per ricordarlo ai convenuti.

Arturo Rocca

Leggi tutto

Grotteria Mare. Domenica 29 settembre giornata di pulizia straordinaria della spiaggia

L' Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita dà appuntamento alle ore 09.00 di domenica 29 settembre alla giornata di pulizia straordinaria del piazzale retrostante la spiaggia di Grotteria Mare dove, al momento, è in corso la schiusa di 75 uova di tartaruga caretta- caretta.

Tale evento è stato organizzato d'intesa col WWF OA prov. RC- a cui spetta la gestione del nido- avvalendosi della preziosa collaborazione di MedAmbiente, di MoviMùndi, dell' Osservatorio Rifiuti Siderno, della Società LocrideAmbiente e del Comune di Grotteria.

Su 1.000 piccoli di tartaruga che riescono ad arrivare a mare, soltanto 1 riesce a raggiungere l'età riproduttiva e se si considera che tra le principali cause di morte delle tartarughe in età adulta c'è la plastica, è facile intuire quanto i rifiuti, soprattutto quelli plastici, possano incidere sull'estinzione di questa specie e sul delicato ecosistema marino.
http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/animali/2019/06/06/tre-tartarughe-morte-nel-tirreno-sospettato-n.1-e-plastica_86416149-5394-4b39-96a8-fc2b5d4e9bf6.html?fbclid=IwAR2o42exf38NkBruLDxtm9S5vLFXWOQfAAaedtRMt1h_24sjt7c-5yzT0Vw

Gli organizzatori declinano ogni responsabilità per eventuali danni a cose e persone che potrebbero verificarsi nel corso dell’evento. 

                               Il Presidente

dell’Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita

                          Dr. Arturo ROCCA

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed