Menu
Corriere Locride
“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: «Il 22 ottobre presenteremo il primo rapporto sulla mortalità stradale negli anni 2013-2017 sulla S.S.106»

“Basta Vittime Sulla Strada St…

Il lavoro dell’Associa...

Legambiente: «La Calabria seconda per abusivismi»

Legambiente: «La Calabria seco…

È stato presentato que...

Coldiretti: la Regione autorizza carburante in più per l’irrigazione di soccorso su tutto il territorio regionale

Coldiretti: la Regione autoriz…

Coldiretti aveva chies...

In occasione del nuovo anno scolastico inaugurazione del plesso “Carrera” della Scuola Primaria e nuovo scuolabus comunale a Roccella

In occasione del nuovo anno sc…

In occasione dell’iniz...

Regione. In programma il 25 e 26 settembre la conferenza internazionale sulla tratta delle donne nigeriane

Regione. In programma il 25 e …

"Doppio sguardo. La tr...

Legge di Bilancio 2019: Oliverio scrive ai parlamentari Calabresi

Legge di Bilancio 2019: Oliver…

Il Presidente della Re...

Gemellaggio internazionale per il Rotary di Locri

Gemellaggio internazionale per…

Il Rotary club di...

WWF: «Le Marche salvano lupi e allevatori»

WWF: «Le Marche salvano lupi e…

«Le Marche stanno segu...

Reggio. Antonino Castorina replica a Forza Italia su intitolazione strada

Reggio. Antonino Castorina rep…

«Apprendo con stupore ...

Vibo Valentia. Il presidente nazionale di UE.COOP Gherardo Colombo è stato in Calabria – Il report

Vibo Valentia. Il presidente n…

Il presidente Nazional...

Prev Next

Motta San Giovanni. Il Comitato Comunia "dice si alla bonifica, ma no alla riapertura della discarica",

  •   Redazione
Motta San Giovanni. Il Comitato Comunia "dice si alla bonifica, ma no alla riapertura della discarica",

L’amministrazione comunale di Motta San Giovanni, nel pomeriggio dello scorso 13 giugno, attraverso un comunicato ufficiale, pubblicato sul sito web istituzionale e sui propri canali social, ha informato la cittadinanza, invitandola a partecipare, che in data 15 giugno u.s. presso il Centro turistico di accoglienza - Porta di accesso all'area grecanica di Lazzaro, sarebbe stato presentato il progetto “Messa in sicurezza discarica Comunia e adeguamento per l’esaurimento”, progetto che prevederebbe la messa in sicurezza, l’ampliamento e la riapertura della ex discarica di Comunia, sita in Lazzaro. Nel corso di tale incontro, alla presenza dei tecnici che hanno redatto il progetto e del funzionario Responsabile del Procedimento (RuP) della Regione Calabria che ha illustrato le varie fasi autorizzative, il Sindaco G. Verduci ha dichiarato che l’amministrazione comunale non aveva ancora preso una posizione, favorevole o contraria, in merito al progetto suddetto, invitando pertanto i cittadini a presentare eventuali osservazioni e/o pareri, in vista della Conferenza dei Servizi prevista per il 27 giugno p.v. nell’ambito del procedimento per il rilascio del provvedimento di VIA e AIA. Durante gli interventi previsti a margine di tale iniziativa, diversi sono stati i contributi offerti dal pubblico presente da cui è emersa fin da subito motivata contrarietà all’ipotesi di ampliamento e riapertura della ex discarica, chiusa nel 2003 per esaurimento di rifiuto abbancabile, che da ben 15 anni è in attesa di essere esclusivamente messa in sicurezza e bonificata. Al termine dell’incontro, un gruppo di cittadini decide spontaneamente di rivedersi per un momento di sereno confronto sul tema al fine di dare il proprio contributo in vista dell’annunciata Conferenza dei Servizi. Nasce il “Comitato Comunia”, il quale decide di scrivere un appello al Sig. Sindaco Giovanni Verduci e all’amministrazione comunale di Motta San Giovanni, chiedendo di esprimere una CHIARA E NETTA OPPOSIZIONE ALLA RIAPERTURA E AL RADDOPPIO DELLA DISCARICA DI COMUNIA, in sede di Conferenza dei Servizi, presso tutte le sedi opportune e con gli atti di propria competenza, e allo stesso tempo di chiedere la rielaborazione di un progetto che preveda ESCLUSIVAMENTE LA MESSA IN SICUREZZA E LA BONIFICA DEL SITO. Il Comitato Comunia ritiene che la messa in sicurezza e la bonifica della ex discarica rappresentino un diritto che la popolazione attende dal 2003 e che tale diritto non può in alcun modo essere barattato con la riapertura e il raddoppio volumetrico della discarica così come proposto dalla Regione Calabria; inoltre, che sia dovere dell’amministrazione comunale adoperarsi affinché tale diritto venga definitivamente rispettato, senza se e senza ma. Nemmeno la promessa che il conferimento in discarica riguarderebbe la più innocua tipologia di rifiuti proveniente esclusivamente dall’impianto di Sambatello (RC), deve essere messa sul tavolo delle trattative, secondo il Comitato, in quanto è ormai assodato che in caso di “emergenza rifiuti regionale/nazionale” la discarica, una volta riaperta, potrebbe essere utilizzata per l’abbancamento di qualsiasi tipo di rifiuto. Sarebbe inaccettabile, per il Comitato Comunia, che il centro urbano di Lazzaro possa essere percorso dai 6-8 camion previsti dal progetto (3-4 all’andata e 3-4 al ritorno), che quotidianamente transiterebbero su una strada stretta e non idonea, accanto alle scuole medie e dell’infanzia, alla delegazione comunale, a due campi sportivi, a diversi esercizi commerciali, al centro sociale, allo stadio comunale, al cimitero e a numerossisime abitazioni. L’intera popolazione del comune di Motta S. G, sta ancora continuando a pagare a caro prezzo, sulla propria pelle, le scelte disastrose fatte in passato e la riapertura della ex discarica mortificherebbe ancora una volta la vocazione turistica e agricola dell’intero comprensorio, ritenendo infine, che la Regione Calabria dovrebbe investire in modo più proficuo nel potenziamento della raccolta differenziata e del riciclo dei rifiuti, invece che nella riapertura di vecchie e nuove discariche. Durante un incontro sul tema, svoltosi lo scorso venerdì 23 Giugno presso il Centro turistico d’accoglienza – Porta di accesso all’area grecanica, il Comitato Comunia, che viene invitato a parteciparvi, riferisce che il Sindaco Giovanni Verduci, nel corso di una intervista rilasciata poche ore prima ai microfoni dell’emittente televisiva Reggio TV, dichiarava finalmente la posizione dell’ente, maturata o a cui si è giunti dopo aver letto le numerose osservazioni pervenute alla mail istituzionale dello stesso Sindaco e ascoltato la volontà popolare, di cui il Comitato ha cercato di farsi portavoce avviando un processo partecipativo e di sensibilizzazione. Pertanto, l’amministrazione comunale, si dice pronta a chiedere la bonifica e la messa in sicurezza della discarica Comunia e si esprimerà contraria ad ogni intervento volto all’ampliamento del sito, alla riapertura e al conferimento di nuovi rifiuti. Raggiunto questo primo obiettivo, il Comitato Comunia ha pertanto rinnovato l’impegno a seguire con sempre già alta attenzione l’evolversi della vicenda, senza abbassare la guardia, attendendo l’esito della Conferenza dei Servizi, facendo fronte comune e aperto a collaborazioni con chiunque agisca per il bene della collettività, senza altri interessi di nessuna natura. Nel frattempo continua a fare appello ai cittadini di Lazzaro e dell’intero Comune di Motta San Giovanni, di mobilitarsi e di seguire con attenzione, sensibilità e fermezza l’evolversi di una situazione dalla delicatezza e gravità assolute. Considerato il processo partecipativo avviato, la ferma volontà popolare emersa, e le azioni poste in essere saranno rappresentante in qualsiasi sede, regionale e nazionale, se gli esiti della conferenza dovessero essere positivi. Le attività del Comitato, in continuo aggiornamento, potranno essere seguite presso il gruppo pubblico presente su facebook dal titolo “ NO ALLA RIAPERTURA E AL RADDOPPIO DELLA DISCARICA DI COMUNIA “ in cui si comunicheranno le future iniziative. SI, ALLA BONIFICA E MESSA IN SICUREZZA DELLA DISCARICA DI COMUNIA DI LAZZARO. NO, ALLA RIAPERTURA E AL RADDOPPIO DELL’INVASO! La battaglia è appena iniziata. Comitato Comunia (comitato di semplici cittadini, libero e apartitico)