Menu
In Aspromonte
Escursioni: Tra i vicoli di Scilla a Spasso nel Mito

Escursioni: Tra i vicoli di Sc…

Si è svolto domenica 1...

Ambiente. Vanzago, aquila salvata grazie al WWF

Ambiente. Vanzago, aquila salv…

Per difendere le speci...

Escursioni. Domenica 13 maggio “Gente in Aspromonte” andrà sui crinali tra Zervò e il Picco del Diavolo

Escursioni. Domenica 13 maggio…

Associazione escursion...

Venerdì 11 maggio a Canolo l’inaugurazione della prima fattoria didattica nel Parco dell’Aspromonte

Venerdì 11 maggio a Canolo l’i…

Nasce la prima Fattori...

Tutto pronto per il I° Slalom automobilistico “Città di San Roberto”: una bellissima domenica di sport lungo le strade dell’Aspromonte

Tutto pronto per il I° Slalom …

Cresce l’attesa, si co...

CaiReggio. Domenica 15 aprile 2018 escursione sul Monte Pinticudi

CaiReggio. Domenica 15 aprile …

Un escursione molto im...

Reggio. Mercoledì 4 aprile alla "botteguccia di PietraKappa" si parlerà della dimensione urbana della "Reggio medievale"

Reggio. Mercoledì 4 aprile all…

Qual era la dimensione...

Reggio. Sabato 31 marzo alla "Botteguccia di PietraKappa" un incontro per parlare del Sentiero del Brigante

Reggio. Sabato 31 marzo alla …

Appuntamento per oggi,...

Wwf: «Il clima che cambia minaccia api e impollinatori»

Wwf: «Il clima che cambia mina…

Dopo i pesticidi il cl...

Prev Next

Resoconto dell'escursione di Gente in Aspromonte sui "Crinali da Rocca Ntronata" nel comune di Platì

  •   Redazione
Resoconto dell'escursione di Gente in Aspromonte sui "Crinali da Rocca Ntronata" nel comune di Platì

Il forte vento, a momenti talmente violento da mettere alla prova l’equilibrio degli escursionisti, non ha fermato Gente in Aspromonte, né ha tolto entusiasmo ai tantissimi camminatori che si sono dati 
appuntamento sul versante ionico per la terza escursione dell’anno. Come da programma 2018, i soci hanno percorso “I Crinali da Rocca ‘Ntronata’, uno splendido sentiero a due passi dai centri abitati di 
Platì e Cirella, sviluppato tutto in cresta, che ha offerto più angolazioni di panorami con relativa facilità, permettendo di spaziare con la vista a 360° su un ambiente totalmente integro e su valli nascoste e poco frequentate di magica bellezza. Pietra Cappa e Pietra Longa in lontananza, colori intensi del cielo, della vegetazione e della terra, paesaggi immensi di rara bellezza. Ha fatto da cornice a questo sentiero il lentisco, una pianta aromatica, rustica, con poche esigenze, utilizzata da secoli nell'antica medicina tradizionale, ricca di acidi grassi essenziali ed utile come anti arrossante, cicatrizzante, astringente, idratante e nutriente. Pianta che si adatta a qualunque tipo di suolo, in virtù delle sue foglie piccole e coriacee sopporta agevolmente periodi di siccità, con frutti, piccole drupe che assumono diversi colori secondo il grado di maturazione, passando dal verde, al rosso chiaro, al rosso scuro quasi nero, quando sono mature. In poche parole, una escursione di grande impatto visivo ed emotivo in 
un angolo dell’Aspromonte Orientale ricco di panorami, nobile nelle architetture e nei paesaggi, che ha consentito di entrare con stupore in luoghi tanto vicini quanto splendidi ed ignorati, di ammirare il 
territorio dall’alto di crinali, circondati da immense solitudini e panorami a perdita d’occhio; l’escursionista si è visto improvvisamente e quasi inavvertitamente immerso nella maestosità di un mondo agricolo-pastorale che va scomparendo con tutti i suoi bagliori, i suoi colori, i suoi contrasti e le sue ombre. Prossimo appuntamento in alta montagna, domenica 18 febbraio, per l’escursione che si svolgerà nel territorio del comune di Molochio.


  • fb iconLog in with Facebook