Menu
In Aspromonte
Il Premio "Traspar-Ente" al sito del Comune di Palmi per la seconda volta

Il Premio "Traspar-Ente…

di Sigfrido Parrello...

Ente Parco. Zampogna: “Da Parco risposta concreta ad esigenza dei Comuni Montani”

Ente Parco. Zampogna: “Da Parc…

Costantemente i nostri...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: incontro tra il Ministro Delrio e l’Associazione

“Basta Vittime Sulla Strada St…

Chiari gli impegni ass...

L'ufficio Carabinieri per la biodiversità promuove la V^ festa Nazionale delle Riserve Naturali Statali

L'ufficio Carabinieri per la b…

L’Ufficio Carabinieri ...

Siderno. L'Osservatorio ambientale chiede informazioni sull'impianto T.M.B. di località San Leo

Siderno. L'Osservatorio ambien…

All’Assessore all’Ambi...

Aiab Calabria: il 18 maggio a Cosenza workshop di costituzione del Bio-Distretto della Sila

Aiab Calabria: il 18 maggio a …

Il 18 Maggio 2017 alle...

Escursioni. Il G. E. A. organizza, dal 2 al 7 luglio la seconda edizione di “Aspromonte da costa a costa” 2017

Escursioni. Il G. E. A. organi…

Il G.E.A. – Grupp...

Escursioni. Domenica 14 maggio "Gente in Aspromonte" sarà sulle Serre (Lacina - Croce di Panaro - Ferdinandea)

Escursioni. Domenica 14 maggio…

Domenica 14 maggio, da...

Parco Naturale delle Serre. Il Wwf organizza la Festa all'Oasi del lago Angitola

Parco Naturale delle Serre. Il…

Il Wwf di Vibo organiz...

Wwf: Non c'è pace per i lupi italiani

Wwf: Non c'è pace per i lupi i…

Non c’è pace per i lup...

Prev Next

Parco Nazionale dell’Aspromonte. Circa 10 milioni di euro per la viabilità sostenibile

  •   Redazione
Parco Nazionale dell’Aspromonte. Circa 10 milioni di euro per la viabilità sostenibile

E’ di circa 10 milioni di Euro il finanziamento che l’Ente Parco ha ottenuto per un Piano straordinario di riqualificazione della percorribilità interna. L’azione del Piano di Sviluppo e Coesione 2014-2020 relativa alle infrastrutture verdi ha finanziato complessivi 13 milioni di euro nelle aree del Mezzogiorno, di cui ben 9,6 milioni saranno destinati agli interventi proposti dal Parco nell’ambito di una importante e lungimirante progettazione realizzata dal Servizio Pianificazione e gestione interventi dell’EPNA.

I dettagli sono stati illustrati questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la “Nuova Residenza Universitaria” di Reggio Calabria alla presenza del Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino, del Direttore Sergio Tralongo e del Presidente della Comunità del Parco, Giuseppe Zampogna.

Grazie ad una visione complessiva che ha guardato con attenzione anche alle aree contigue al territorio del Parco Nazionale dell’Aspromonte, è stata sviluppata un’ambiziosa progettualità basata su un approccio integrato ed omogeneo di politiche inclusive, che superano finanche la rigidità dei confini amministrativi, collegando funzionalmente gli ambiti costieri con quelli montani. Il finanziamento ammesso al Piano Operativo Ambiente FSC 2014-2020, coniuga l’esigenza di garantire i servizi ecosistemici dell’Area Protetta (quali la tutela di habitat e specie attraverso il presidio del territorio, la diminuzione dei rischi incendi, la tutela idraulica e idrogeologica perseguita con la risistemazione dei versanti e la corretta regimazione delle acque, l’eliminazione delle specie aliene/invasive) con quella di assicurare la fruizione e l’interconnessione dei 37 Comuni del Parco, superando, in tal modo, la specificità delle proprie competenze.

“In risposta alle costanti sollecitazioni provenienti dalla comunità aspromontana e dal tessuto socio-economico ed in particolare dagli operatori nel settore turistico – precisa il Presidente Bombino - il Parco ha inteso affrontare la rilevante questione della scarsa e insicura accessibilità alle aree interne, interpretando il sentimento metropolitano e accorciando le distanze tra istituzioni e cittadini. Sin dai primi momenti successivi al nostro insediamento – conclude Bombino – abbiamo cercato di individuare ogni possibile soluzione per ridurre l’isolamento delle nostre Aree Interne ed accompagnare processi di sviluppo orientati alla sostenibilità. Avevamo già sostenuto che il progresso culturale e identitario, che rappresenta la principale infrastruttura immateriale delle nostre comunità, anche in chiave turistica, dovesse sovrapporsi ad una infrastruttura fisica che rispettasse la straordinaria bellezza dell’Aspromonte. Oggi riceviamo un importante attestato ed uno straordinario riconoscimento per l’opera che vorremmo compiere”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte


  • fb iconLog in with Facebook