Menu
In Aspromonte
Un porto per tir o un approdo per il turismo?

Un porto per tir o un approdo …

«In questi giorni è es...

Nasce il Coordinamento delle Guide Parco calabresi: il 2 dicembre la prima iniziativa pubblica

Nasce il Coordinamento delle G…

Tre Parchi Nazionali, ...

Reggio. Si terrà nei giorni 2 / 3 e 4 dicembre la Chanukkà: «libertà di espressione e festa delle luci in Calabria»

Reggio. Si terrà nei giorni 2 …

Nei Giorni 2 / 3 e 4 d...

Cardeto. XIX edizione della sagra della castagna: «tantissime le persone venute a degustare il frutto autunnale per antonomasia»

Cardeto. XIX edizione della sa…

Si è svolta domenica 1...

Escursioni. Domenica 18 novembre “Gente in Aspromonte” sarà sul Crinale di San Nicodemo (Mammola)

Escursioni. Domenica 18 novemb…

ASSOCIAZIONE ESCURSION...

San Roberto (RC), grande attesa per il Presepe Vivente: volontari al lavoro per una edizione da record

San Roberto (RC), grande attes…

Sono al lavoro già da ...

San Roberto. Lsu-Lpu, Vizzari: «Mancano 29 milioni, Regione ritiri accordo o aggiunga quota mancante»

San Roberto. Lsu-Lpu, Vizzari:…

“Inaccettabile, dispar...

Escursioni. Domenica 11 novembre, “Gente in Aspromonte”, andrà sui Crinali di Monte Scorda

Escursioni. Domenica 11 novemb…

ASSOCIAZIONE ESCURSION...

CaiReggio: Domenica 16 settembre l'escursione sul sentiero "dell’Acqua Luntana"

CaiReggio: Domenica 16 settemb…

La domenica del 16 set...

La nostra storia. I fratelli Borruto e i loro rapporti con Staiti

La nostra storia. I fratelli B…

di Fortunato Stelitano...

Prev Next

Escursioni. Gente in Aspromonte: «Verso la conclusione dell’anno …. Il Crinale di Zagarella (Scilla) e le altre attività previste per il mese di dicembre»

  •   Redazione
Escursioni. Gente in Aspromonte: «Verso la conclusione dell’anno …. Il Crinale di Zagarella (Scilla) e le altre attività previste per il mese di dicembre»

Gli appuntamenti di fine anno per gli escursionisti di Gente in Aspromonte sono ancora tanti e coinvolgeranno tutta l’Associazione in attesa delle novità che il prossimo programma escursionistico anno 2019 riserverà a soci e simpatizzanti.

Da calendario sono previste due escursioni, entrambe in posti incantevoli quali il territorio su Scilla, tra mare e montagna (domenica 2 dicembre), e quello di Careri e Natile, con grandi viste paesaggistiche sulla costa jonica e sulla Regina della vallata delle Grandi Pietre, la maestosa Pietra Cappa (domenica 9 dicembre).

E poi ancora l’assemblea ordinaria dei soci, importante appuntamento del mese di dicembre di ogni anno, che consente ai soci di confrontarsi e crescere insieme. E poi, perché no, magari un fuori programma nel pieno delle feste natalizie per scambiarsi gli auguri e gustare insieme i dolci della tradizione scaldati dal fuoco di un bel camino …

La voglia di camminare e ammirare le bellezze aspromontane, di sentirsi avvolti dalla natura è grande, in particolare a seguito dell’annullamento di alcuni eventi di questo autunno che, con condizioni climatiche spesso proibitive durante i fine settimana, ha costretto gli organizzatori a rinunciare ad alcune delle uscite previste dal calendario. 

Quello di domenica 2 dicembre è uno degli itinerari più affascinanti del promontorio della Costa Viola, panoramico sul mare e sulla costa: un percorso ricco di motivi di interesse che collega il mare alla montagna. Il sentiero, gradevole e poco impegnativo, prende avvio da Melia, frazione di Scilla, con un itinerario molto interessante per raggiungere il crinale orientale della sua vallata in uno splendido e vario susseguirsi di ambienti mediterranei. La zona riveste un discreto interesse geologico con le sue rocce granitiche con stratificazioni compatte in alcune zone e facilmente sfaldabili in altre, pronte per essere dilavate dalle acque. Le scoscese pareti dei versanti precipitano nel mare profondo e costituiscono l’impronta dominante del paesaggio attraversando i diversi ambienti legati alla campagna dell’entroterra aspromontano.

Il sentiero, che si snoda tra lecci, macchia mediterranea e castagni porterà gli escursionisti dai 750 ai 1005 metri di altitudine della cima Passo del Falco. Si camminerà sul crinale della Tenuta Zagarella rivolto a est sul versante che sovrasta la Fiumara di Favazzina per giungere ai 1044 metri del Passo dell’Acenazzo; da qui, percorrendo un sentiero pianeggiante di circa un chilometro, si giungerà al Passo del Falco.

Si tratta di un punto con un angolo visivo estremamente panoramico di 360 gradi; con le giuste condizioni di visibilità, da qui sarà possibile ammirare  lo Stretto di Messina, le Isole Eolie, la Costa Viola con il Monte Sant’Elia, Capo Vaticano, i campi e la cime più alte dell’Aspromonte.

Per la via del ritorno si percorrerà un sentiero, abbastanza ripido ma piacevole, che scorre sul crinale ovest con vista sui piani di Melia e la Fiumara di Catona. Per info, www.genteinaspromonte.it


  • fb iconLog in with Facebook